Procedimento della taratura - Taratura bilance

Taratura
BILANCE
www.taraturabilance.it
Vai ai contenuti

Procedimento della taratura

Come già detto non esiste un solo metodo per eseguire la taratura di una bilancia, tuttavia, una taratura eseguita a regola d'arte, dovrebbe prevedere quantomeno le seguenti prove:

Prova di ripetibilità: consiste nell'applicare ripetutamente sul ricettore del carico un quantitativo determito di campioni di massa, tipicamente il 50% della portata massima e la portata massima, verificando quindi, che l'indicazione sia sempre la stessa a meno di un errore massimo permesso. La prova deve esere eseguita almeno 3 volte per ogni carico.

Prova di decentramento del carico o eccentricità: consiste nel spostare un determinato carico in diversi punti del ricettore del carico verificando anche in questo caso che l'indicazione sia sempre la stessa a meno di un errore massimo permesso. La prova deve essere eseguita con un carico pari a circa 1/3 della portata massima, e deve essere spostato al centro e nei quattro angoli in caso di una piattaforma quadrata o rettangolare. Se si tratta di una piattaforma con più di 4 celle di carico (tipicamente pese a ponte) la prova deve essere eseguita con un carico pari max/(n-1) dove max è la portata massima, "n" è il numero di celle di carico ( esempio: portata 60000 e 8 celle di carico....60000/7=8571 la prova può essere eseguita con 8500 kg

Prova di linearità: consiste nell'applicare sul ricettore del carico con diversi step, campioni di massa che vanno dalla pesata minima prevista, fino alla pesata massima prevista per lo strumento in esame. Sarebbe opportuno, eseguire quantomeno 5 + 5 pesate. Le prove dovrebbero prevedere almeno la pesata minima, la pesata massima e tre pesate intermedie. Bisogna tuttavia osservare che cinque pesate sono proprio il minimo indispensabile, in quanto con solo 5 pesate, spesso lo strumento non viene testato nel range tipico di utilizzo dell'utente, facciamo un esempio: se ho una bilancia da 1500 kg di portata massima con una pesata minima di 10 kg, avremo che le pesate di prova previste, saranno 10 kg / 1500kg / 500kg / 1000kg / 250kg se però il nostro utilizzatore usa la bilancia ad esempio per pesare confezioni o bancali che hanno un peso tipico di 120 kg le prove eseguite, diranno ben poco sull'affidabilità della bilancia nel campo di utilizzo effettivo. Per questo motivo, è sempre opportuno verificare che le prove eseguite, concordino con il campo di utilizzo della bilancia.


In tutti i casi le prove non devono superare l'errore massimo permesso. Concentriamoci su questo aspetto: il massimo errore permesso "MPE" viene espresso in numero di divisioni di lettura della bilancia, lo stesso è funzione della classe di precisione della bilancia in esame, e del particolare range di utilizzo in una determinata prova, la tabella a seguire rende più esplicito il concetto:


La tabella indica quali sono le tolleranze ammesse per un bilancia in base alla classe di precisione nel momento in cui alla stessa viene eseguita la verifica iniziale. Successivamente alla verifica iniziale le tolleranze ammesse sono il doppio (UNI EN 45501 punto 3.5.2). Le suddette tolleranze hanno valore per tutte le prove previste.


Siamo operativi per il processo di taratura nelle province di
Alessandria, Asti, Pavia, Genova.



Contattaci per qualsiasi informazione



DS SISTEMI DI PESATURA
DS Sistemi di pesatura S.r.l. è un'azienda che offre un'esperienza pluriennale nel settore delle bilance e dei sistemi di pesatura in genere. La posizione geografica dell'azienda, inoltre,  permette di raggiungere rapidamente clienti di Alessandria, Genova, Milano, Pavia e Torino.

0143-888568
info@dssistemidipesatura.it
www.taraturabilance.it
Torna ai contenuti